Africa: seminario alla Farnesina sulle rinnovabili

0
20

Un seminario frutto di una collaborazione tra RES4MED&Africa e il Ministero degli Esteri, è stato organizzato alla Farnesina per offrire ad un gruppo di funzionari del Ministero una panoramica sulla crescente rilevanza delle fonti rinnovabili nella diplomazia economica italiana da parte di alcuni importanti operatori di mercato.

La messa in sicurezza e la diversificazione del fabbisogno energetico sono tematiche di interesse sia globale che nazionale, come si evince dagli obiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite e dalla strategia energetica nazionale italiana 2017. In questo contesto le fonti energetiche rinnovabili giocano un ruolo sempre più importante, e sono state ormai universalmente riconosciute come strumento chiave per lo sviluppo sostenibile di mercati e politiche in paesi emergenti, in particolare nell’area del Mediterraneo meridionale e dell’Africa Sub-Sahariana.

”Le energie rinnovabili sono parte qualificante della nostra politica energetica e quindi anche dell’azione internazionale dell’Italia sul piano bilaterale, nei principali fori multilaterali e a sostegno dell’eccellenza delle nostre imprese. La Farnesina investe quindi molto nel fornire ai propri diplomatici strumenti aggiornati per affrontare le sfide di un settore cardine e in continua evoluzione”, ha spiegato Massimo Gaiani, direttore generale per la Mondializzazione e le Questioni Globali (DGMO).

Antonio Cammisecra, amministratore delegato di Enel Green Power e presidente di RES4MED&Africa ha rilevato che ”per rendere efficace lo sviluppo massivo di rinnovabili, la cooperazione tra settore pubblico e privato emerge come elemento di fondamentale importanza…Un futuro luminoso e il raggiungimento dell’accesso universale all’elettricità in Africa passa attraverso la promozione di programmi regionali supportati da istituzioni internazionali. È proprio questo lo scopo di RES4MED&Africa: una piattaforma che conta tra i suoi soci eccellenze di tutta la filiera italiana ed internazionale del settore e che dà opportunità di dialogo per promuovere il partenariato pubblico-privato”.

Nel corso dell’evento, alcuni dei principali operatori italiani, membri di RES4MED&Africa, tra cui Terna, Italgen e Gruppo Maccaferri, hanno portato la loro esperienza diretta e il loro punto di vista sulle tematiche riguardanti le principali tecnologie a livello di potenziale, costi, nuovi modelli di business e ricadute economico-sociali derivanti dallo sviluppo massivo di tali energie.

 

Fonte: OnuItalia

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui