La Regione Piemonte si attiva in Africa Sub-sahariana

0
21

La Regione Piemonte è in prima linea per portare il suo aiuto concreto alle popolazioni più povere dell’Africa, attraverso lo strumento della cooperazione internazionale.

L’assessora regionale alla Cooperazione decentrata internazionale, Monica Cerutti, ha illustrato mercoledì 11 aprile, nel corso di una conferenza stampa presso la Sala Stampa del palazzo della Regione Piemonte, i progetti finanziati alle autorità locali con il bando “Piemonte – Africa Sub-sahariana anno 2017”, gli importanti risultati ottenuti mediante il lavoro sinergico e coordinato di molti soggetti pubblici e privati del territorio e la partecipazione ai progetti nazionali di cui è capofila la Regione, che vedono coinvolti attivamente numerosi partner del sistema piemontese di cooperazione.

“La Regione Piemonte – ha dichiarato l’assessora Cerutti – sta facendo un grande lavoro nell’ambito della cooperazione internazionale, con un impegno che sta crescendo di anno in anno, portato avanti in collaborazione con tante istuzioni locali, dai Comuni, all’Università alle Ong. I progetti avviati sono sempre più numerosi, con importanti ricadute anche in termini di impatto culturale”.

Il “Bando Piemonte & Africa Sub-sahariana 2017”, in particolare, ha visto avviati 21 progetti di cooperazione decentrata, sostenuti dalla Regione Piemonte in partenariato con alcuni Paesi dell’Africa individuati come prioritari: Benin, Burkina Faso, Mali, Senegal. Obiettivo del bando: promuovere lo sviluppo locale sostenibile, migliorare le condizioni di vita delle popolazioni locali e ridurre la povertà, le diseguaglianze e l’insicurezza alimentare. In totale il contributo della Regione Piemonte è stato di 319.000 euro per un costo complessivo di 471.000 euro.

Tra quelli avviati nel 2017 è da segnalare anche il “Progetto Percorsi creativi e futuri innovativi per giovani senegalesi e ivoriani”, che prevede attività formative per la creazione d’impresa e per l’apprendimento di diverse competenze professionali in Senegal e Costa d’Avorio.
Alla conferenza stampa ha presenziato anche Amadou Ndyaie, sindaco di Ronkh, Comune del Senegal, al centro di uno dei progetti che hanno come capofila la Regione Piemonte. “La cooperazione è la strada giusta – ha affermato – perché solo migliorando le condizioni di vita e sociali si può permettere alle persone di vivere bene nel loro Paese e frenare il fenomeno dell’emigrazione” .

 

 

Fonte: Regionepiemonte.it

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui